Studio medico endocrinologia Roma

Ecocolordoppler Tiroidei

intrieri ecocolordopplerEcocolordoppler Tiroidei Roma Quartiere Africano, Prof. Francesco Saverio Intrieri.

L’Ecocolordoppler Tiroideo per l’immediatezza delle informazioni che fornisce, costituisce un indispensabile aiuto all’esame clinico.

La presenza di un nodulo all’interno della tiroide è molto frequente, soprattutto nelle donne e con l’avanzare dell’età. La diffusione dell’ecografia come mezzo diagnostico strumentale aumenta oggi il riscontro della patologia nodulare della tiroide.

Viene effettuato con una sonda dai 7,5-10 mhz sul collo esplorando le dimensioni dei lobi tiroidei, la loro struttura ed eventuali fenomeni compressivi.

Si esegue con il paziente in posizione supina e con collo iperesteso; non è nè invasivo nè fastidioso perché si esercita solo una lieve pressione sul collo.

L’esame non necessita di alcuna preparazione particolare.

L’esame dell’Ecocolordoppler Tiroidei ha una durata che dipende dalle informazioni che si vogliono ottenere e dall’esperienza dell’operatore ed ha una durata di circa 20 minuti.

Serve per dimostrare in maniera accurata la presenza di una patologia tiroidea ed è fondamentale nella precocità della diagnosi.

In particolare permette di evidenziare la presenza di un’alterazione strutturale della ghiandola, di individuare lesioni nodulari anche di piccole dimensioni non palpabili, di distinguere tra lesioni solide e cistiche e di cogliere eventuali aspetti strutturali di tali lesioni ( microcalcificazioni ed entità della vascolarizzazione).

Ci si avvale dell’ausilio del Ecocolordoppler Tiroidei Roma Quartiere Africano per studiare con esattezza alcune patologie nodulari tiroidee ed orientarsi eventualmente verso una diagnosi di natura benigna o maligna. Quindi è un esame di grande utilità per ulteriori approfondimenti diagnostici.

E’ quindi fondamentale che il medico che esegue l’esame sia molto competente, con esperienza certificata nel campo endocrinologico.

La tiroide è una piccola ghiandola a forma di farfalla che si trova nella parte centrale del collo davanti alla trachea. Nonostante sia piccola è uno dei più importanti organi del corpo umano. Regola infatti il metabolismo,l’apparato cardiovascolare, il tono dell’umore,l’apparato riproduttivo.

L’incidenza del tumore della tiroide è in continua crescita a livello mondiale.

Considerato nel passato una malattia rara, in Italia è diventato il quinto tipo di tumore più frequente, il quarto nelle donne, mentre era ultimo nel 2006.

Nel nostro paese si registra, infatti, uno degli aumenti più marcati con ampia variabilità nei tassi d’incidenza da regione a regione.

Si stima che ci siano circa 160.000 italiani con tumore della tiroide, il 38% in più rispetto al 2010, dei quali il 76% puó ritenersi già guarito.

Ogni anno vengono diagnosticati oltre 3.200 nuovi casi, mentre 500 persone muoiono a causa della malattia.

Una possibile spiegazione di questo incremento potrebbe essere data dalla maggiore accuratezza e diffusione dei moderni mezzi diagnostici e delle più affinate tecniche, non dimenticando che fattori ambientali, genetici, nutrizionali, economici e sociali contribuiscono alla malattia.

Oggi sappiamo che di tumore tiroideo, in Italia, si muore meno grazie soprattutto ai migliori strumenti diagnostici e alla tempestività d’intervento.

 logo

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

Our website is protected by OHSecurity!