Studio medico endocrinologia Roma

CORRETTO APPROCCIO DIETETICO NELL'ECCEDENZA DI PESO CORPOREO

In un programma di dimagramento non ha senso affidarsi a delle diete fai-da-te o peggio ancora a persone pseudo competenti che assicurano una perdita di peso rapida e squilibrata che è la garanzia di un recupero di  peso altrettanto rapido e con gli interessi.

E' risaputo che come soggetti di pari peso ed altezza possano risultare molto diversi nella loro composizione corporea, dovuta anche a squilibri ormonali e avere trattamenti dietetico-nutrizionali differenti.

Il peso del soggetto può essere semplicisticamente scomposto in due compartimentI:

- FM (massa grassa) la cui riduzione dovrebbe essere l'obiettivo della dieta.

- FFM (massa magra) in cui ci sono compresi i muscoli, con i liquidi che possono essere extra cellulari (ECW) o intra-cellulari (ICW).

L'FFM è la più facile da perdere in tempi brevi, alcune volte riconoscendo e correggendo una disfunsione ormonale, che è causa di ritenzione idrica e che è la conseguenza di un'alterata distribuzione dei liquidi fra gli spazi extra-cellulari e cellulari. Condizione favorita da un eccessivo  apporto di sodio (sale) nella dieta che non dovrebbe superare i due grammi pro die e che praticamente corrisponde ad un cucchiaino da cucina. Le fonti alternative di sodio sono molteplici, i principali imputati sono i prodotti trasformati (insaccati, sott'oli, prodotti trasformati).

massa corporea

I principali ormoni deputati al bilancio salino sono: aldosterone, ADH.

Con l'aumento dell'apporto di sodio nella dieta, viene inibita la sua produzione con una maggiore eliminazione nelle urine e quindi anche di liquidi.

Questo rappresenta un primo meccanismo di compenso dell'organismo che presenta dei limiti dovuti al perdurare dell'eccesso di sale, oltre il quale sopperisce il rene con l'ADH. Anche gli estrogeni influenzano negativamente l'accumulo di fluidi favorendo passaggio di acqua verso gli spazi interstiziali.

Una corretta dieta deve essere preceduta da un'attento esame impedenziometrico, valutando poi con delle analisi l'esatta causa dell'eccedenza di peso o dell'obesità avendo dei dati certi. I chili totali hanno poco valore, se non valutiamo la composizione dei vari compartimenti corporei. E' essenziale quindi, prima di qualsiasi approccio dietetico, un'esame impedenziometrico per mirare ad un dimagrimento efficace.

L'impostazione dietetica comprende anche: 

- un ridotto apporto di sale (evitate prodotti trasformati)

- alimentazione bilanciata nello specifico si valutera' lo schema calorico appropiato con l'eliminazione degli zuccheri e della farina oo e ricca in fibre

- attività fisica contenuta

- garantire un giusto apporto di acqua.

1kg di grasso

Tra gli alleati naturali che possono aiutare a ridurre la ritenzione idrica sono le gocce di tintura madre di Solidago virgaurea (20-30 gocce in mezzo litro d'acqua due volte al giorno per venti giorni).

Insieme ad una corretta terapia dietetica con eventuale aggiunta di terapia ormonale o integrata, vi è sempre bisogno di un monitoraggio medico.

logo endocrinologo intrieri art

Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti per il funzionamento del sito e per raccogliere dati anonimi sulla navigazione.

Proseguendo con la navigazione si acconsente all'uso dei cookie; per negare il consenso, si rinvia all'informativa estesa.

Our website is protected by OHSecurity!